lunedì 30 aprile 2012

Conservare scontrini salva la vita

A ogni cosa il giusto prezzo. E' quello che ci auguriamo, soprattutto noi, povere shopping dipendenti in cerca dell'articolo più eccentrico/raro/chic/glamour da portare a casa con orgoglio e mostrare alle amiche sperando di suscitare un'invidia bestia.
In realtà spesso non è così e lo sappiamo. 
Quante volte ci è capitato di comprare un capo, magari firmato, che al terzo lavaggio ha virato il suo colore dal nero al grigio spento? 
Oppure che abbiamo acquistato  a caro prezzo qualcosa che poi in realtà ci ha stancate molto in fretta?
Ammettiamolo...SUCCEDE!

Un'annetto e mezzo fa, tutta felice del fatto di avere uno stipendio da scialacquare come meglio volevo sono andata a comprare il piumino per l'inverno alla Rinascente. L'ho preso di un bel color vinaccia e l'ho pagato quasi 300 euro, non esattamente due lire.
Comunque dopo un anno esatto si è rotta la cerniera. Risultato: giubbotto da buttare.
Ovviamente un'ottimista come me non poteva conservare lo scontrino, certa che mai lo avrebbe usato in futuro. E invece ci ho fatto la figura della scema.
Infatti se conservate gli scontrini avete diritto a una garanzia di due anni su ciò che acquistate.
Ovviamente nessuna di noi andrà mai a chiedere la sostituzione di una clutch pagata 10 euro da H&M o di un paio di stivali byker pagati 20 euro da Pittarello, però quando si tratta ci cifre più importanti è bene tutelarsi per evitare brutte sorprese in futuro.

3 commenti:

Federica ha detto...

Non sei tiuscita a portare ad aggiustare la cerniera?
Bisogna sempre tenere gli scontrini!!!!


www.vanillaandsoap.com

Roberta ha detto...

Purtroppo no, pensa che mia madre è una sarta ma non è riuscita a sistemarmelo.

Antonella Leone ha detto...

non sapevo il fatto degli scontrini o a<lmeno lo sapevo per gli accessori o per gli oggetti ma non per i vestiti!