giovedì 31 maggio 2012

Jessica Simpson Shoes? Yes, shoes!

 


Ma Jessica Simpson non era una cantante?
Poggiato il microfono sul comodino si è dedicata alle scarpe.
Cazzo!
E' pure brava!!!
Dovrebbe pensare seriamente di smetterla di cantare canzoncine melense e darsi alla moda.
Queste scarpe mi piacciono da morire:
attuali,
originali 
estremamente fashion!



































Martina Stella incinta

Hai capito la Stella italiana Martina?


Archiviati fidanzati storici come Lapo Elkann e Primo Reggiano è arrivato il dolce Gabriele, con cui l'attrice ha deciso di mettere su famiglia. 
Ormai la pancina inizia a farsi vedere e non si può più negare. Martina sta entrando nel 4° mese di gravidanza e dalla foto sembra con molta serenità.

mercoledì 30 maggio 2012

Come pulire i mobili da esterni di taek

Oggi mi sono dedicata a sistemare il giardino e come ogni anno ho dato una rinfrescata al tavolo in taek che d'estate usiamo per le cene all'aperto con gli amici. 
Il punto però è che questo povero tavolo sta all'aperto tutto l'anno rimanendo così esposto a vento, pioggia e intemperie varie. Capirete la necessità di una risistemata, ma da dove iniziate? 
Seguite le istruzioni passo e riavrete il vostro tavolo bello quasi come il giorno in cui l'avete comprato.

Cosa serve:
  • lana d'acciaio finissima
  • detergente per legno Pronto da diluire in acqua
  • olio per taek e legni duri
  • pennello
  • olio di lino 

Come fare:



Iniziamo col lavare bene la superficie con la lana d'acciaio e il Pronto diluito in acqua. Io ho dovuto strofinare bene perchè si sono formate delle macchiette di muffa, ma non ci vuole tanto a eliminarle del tutto. Se necessario cambiate l'acqua e date una seconda strofinata. Poi sciacquate con dell'acqua pulita.



Lasciamo asciugare completamente al sole.



Versiamo l'olio in un contenitore adatto e spennelliamo il tavolo per bene.
Attenzione: non fate come ho fatto io, che inizialmente ho versato l'olio in un bicchiere di plastica che a sua volta è stato corroso facendo cadere tutto in terra...




Lasciamo asciugare. Ora il nostro tavolo avrà un'aspetto decisamente diverso, però io vi consiglio comunque di dare una mano di olio di lino che renderà il legno ancora più bello e impermeabile.

martedì 29 maggio 2012

Il diario di Anna Frank

Quando ero piccola mi divertivo a spulciare tra i libri di casa, non ce n'era uno che non valesse la pena sfogliare. O meglio, forse uno c'era... Aveva la copertina color legno con la fotografia di un orologio a pendolo, le pagine ingiallite e mezzo staccate. Non mi attraeva per niente, fino a che ho finito i libri da leggere e sono dovuta passare a quello.
Iniziava con un "Cara Kitty,..."
Sì, era "Il diario di Anna Frank", ma io non lo sapevo.
Non sapevo chi erano Anna, Otto, Margot, né perché si dovessero andare a nascondere in una strana mansarda nel centro di Amsterdam. Ogni pagina letta però diventava una conquista e mi sentivo sempre più vicina a quella quindicenne che lottava per vivere una parvenza di normalità anche in mezzo alla ferocia della guerra.
L'ho letto almeno 15 volte e ogni volta scopro qualcosa di nuovo, un particolare che prima mi sfuggiva e che mi fa battere il cuore un pochino più forte. 
Il cibo razionato, la convivenza forzata con i Van Daan, la perenne paura di essere scoperti diventano la quotidianità e così la vita va avanti giorno dopo giorno, mese dopo mese. Col passare del tempo la situazione peggiora, il mangiare è sempre meno e la paura aumenta, ma insomma, si tira avanti nonostante tutto.
Poi un giorno avviene ciò che tutti sappiamo: le SS scoprono l'inganno della libreria e portano via tutti.
Il diario verrà trovato qualche tempo dopo da Miep, che lo consegnerà a Otto Frank alla fine della guerra. Questi decide di pubblicarlo ma strappando alcune pagine in cui Anna parla in modo accesso della mamma con cui non aveva un buon rapporto. Solo qualche anno fa' è stata pubblicata la versione integrale.



lunedì 28 maggio 2012

Un levasmalto molto rapido...finalmente!

Odio lo smalto, o meglio lo amo tanto, ma detesto toglierlo. Puntualmente mi ritrovo con il tavolo della cucina pieno di batuffoli di cotone sporchi di acetone e le dita che non si sa come sono tristemente macchiate di smalto. E allora non mi resta che prendere i cottonfioc, immergerli nell'acetone e pulirmi le cuticole dito per dito perdendo tempo che preferirei passare facendo altro.
Comunque, oggi ho usato per la prima volta il prodotto nella foto qua sopra e ne sono rimasta incredibilmente entusiasta. L'ho comprato qualche settimana fa' all'Oviesse mentre cazzeggiavo nel reparto cosmetica. Costava poco, così ho pensato di prenderlo e usarlo alla prima occasione. 
La marca? Mai sentita prima, ma non ho mai avuto pregiudizi sui prodotti di brand sconosciuti o quasi.

Dai ora la smetto di divagare e vi dico cosa c'è nel barattolino...
Di fatto non c'è altro che una spugnetta con un foro al centro intrisa di acetone. 
Il meccanismo è semplicissimo: si infila il dito nel foro e quando lo si tira fuori lo smalto non c'è più.
Sono rimasta a bocca aperta! E' rimasto giusto qualche residuo che ho rimosso velocemente con un batuffolino di cotone e un po' di acetone. 
Lo raccomando a tutte; tempo 2 minuti e sarete pronte a laccarvi le unghie con un nuovo colore!

domenica 27 maggio 2012

Scholl pop

So già che con questo post susciterò le risate di molti lettori, ma continuo a scrivere comunque.
Ricordate gli zoccoli in legno Dr.Scholl molto in voga 15-20 anni fa?
Quasi tutti ne avevano un paio e andavano in giro per la casa facendo un casino assurdo, per non parlare del fatto che queste calzature possono essere delle armi di difesa personale estremamente efficaci. Mia madre me li lanciava quando combinavo qualche casino: facevano lo stesso sibilo delle stelline ninja e per evitarli bisognava piegarsi all'indietro in pieno stile Matrix, non so se rendo l'idea.
Tornando agli zoccoli...La versione in legno creda esista ancora, ma ora è disponibile anche quella in pvc, molto meno rumorosa e molto più colorata. L'ideale per l'estate.


POP - Sandaletto - rosa


POP - Sandaletto - giallo
Quasi quasi me ne prendo un paio. Non dico che ci andrei in giro in lungo e in largo, ho pur sempre la mia dignità, però i colori sono invitanti e per andare al mare mi sembrano proprio adatti.

sabato 26 maggio 2012

Piccole principesse crescono

all for little girls by H&M

all for little girls by H&M by mya84 featuring a bikini swimwear

Le bambine spesso sono molto peperute. Vogliono lo smalto, la borsettina, orecchini, collanine, e braccialetti. Da H&M si può avere tutto a un prezzo contenuto senza rischiare il tracolllo finanziario per accontentare la baby princess.

giovedì 24 maggio 2012

Riflessioni su un mito


Marilyn Monroe è un mito.
Ma sapete spiegare il motivo?
Sì era bella, era un'attrice e aveva una relazione con un uomo che di cognome faceva Kennedy.
E allora? Ci sono tante altre donne fantastiche dell'epoca. 
Alcune anche più belle, con più classe e molto più brave come attrici.
La sua memoria ha resistito agli anni e noi oggi siamo ancora qui a venerarla. Sarà perché è morta prima che potesse smerdarsi con la stampa o declinare come attrice; sarà che la sua bellezza era ancora intatta quando morì.. 
Voi che ne pensate?


martedì 22 maggio 2012

Red carpet Festival di Cannes 2012

Non ho potuto resistere alla tentazione di prendere in prestito le foto del red carpet di Cannes dal sito www.style.it per mostrarvi gli abiti pazzeschi che hanno sfilato davanti ai flash dei fotografi. 
Erano veramente troppi però, così mi sono limitata a quelli che mi hanno colpita maggiormente.
Come sempre aspetto che mi facciate sapere quali sono i vostri preferiti

Bérénice Marloh
Bérénice Marloh

Li Bingbing
Li Bingbing



Kelly Brook
Kelly Brook

Salma Hayek
Salma Hayek

Charlotte Casiraghi
Charlotte Casiraghi

Paz VegaPaz Vega

Natasha PolyNatasha Poly

Jessica Chastain
Jessica Chastain

Jessica Chastain
Jessica Chastain

Virginie Ledoyen
Virginie Ledoyen

Eva Longoria
Eva Longoria

Jane Fonda
Jane Fonda


lunedì 21 maggio 2012

Cosmetici alla rinfusa cercano casa

Fino a qualche settimana fa' i miei cosmetici non avevano uno spazio tutto per loro, ma giacevano sparsi tra bagno, borsetta e camera da letto. Se poi andiamo a mettere nell'elenco anche creme, smalti, campioncini vari, maschere e affini capite bene che il risultato è un caos primordiale che invade ogni spazio vagamente vivibile per farne un mucchio selvaggio di prodotti per la cura personale.
Poi mia madre torna da un paio di giorni a Genova e assieme al famoso bracciale coi teschi mi regala una pochette deliziosa di Ikea, ovviamente fucsia, non enorme ma molto capiente. 


UPPTÄCKA Necessaire IKEA Resta aperto per pemetterti di vedere facilmente il contenuto. 2 tasche, una delle quali dotata di cerniera.
Ora tutti i miei trucchi hanno una casa, e convivono felicemente nella mia pochettina fucsia.
Se anche voi siete delle casiniste seriali sappiate che Ikea ha altre proposte per riordinare anche il peggiore dei cassetti a prezzi molto molto bassi:


LIDAN Portatutto per anta IKEA Si appende al bordo superiore della porta.


                                              15,11 euro  portatutto da anta



GODMORGON Contenitore a scomparti IKEA I divisori permettono di riporre verticalmente le bottiglie di shampoo grandi. Lavabile in lavastoviglie.
                                                      contenitori 7,05 euro


GODMORGON Scatola a scomparti IKEA Ideale per tenere in ordine i cosmetici. Lavabile in lavastoviglie.
GODMORGON Scatola a scomparti IKEA Ideale per tenere in ordine i cosmetici. Lavabile in lavastoviglie.
                                               15,11 euro scatola a scomparti per i cosmetici


GODMORGON Set di 3 portatutto IKEA Ideale per tenere in ordine i cosmetici, le creme o altro. Lavabile in lavastoviglie.


                                                         10,07 euro portatutto


GODMORGON Set di 5 scatole con coperchio IKEA Lavabile in lavastoviglie.
GODMORGON Set di 5 scatole con coperchio IKEA Lavabile in lavastoviglie.

13,10 euro



domenica 20 maggio 2012

Amir Slama : la nuova capsule collection Yamamay


Costumi da bagno veramente fantastici. Niente a che vedere con quello a cui siamo abituate. Tutto molto chic: rifatevi gli occhi!