venerdì 31 agosto 2012

PrimaDonna: ultimissimi saldi

La settimana scorsa me ne sono andata un po' a zonzo per negozi, sperando di riuscire ad accalappiare qualche avanzo di saldo in giro. Vestiti, camice, magliette, e affini: zero. Non si trova più nulla. 
Ma in quanto a calzature c'è solo l'imbarazzo della scelta soprattutto perchè è in questo periodo che si riesce a pagare le scarpe per il loro valore reale senza farsi fregare. Sono entrata da Cinti e ho visto le decollète comprate a 80 euro questo inverno svendute a 30, sandali da 60 euro che ora ne costano 20 se non 15.
Comunque come al solito sto divagando...
Tutto ciò per dirvi che sono entrata da Primadonna e mi sono regalata un bel paio di sandali a 10 euro tondi tondi. Non amo il marchio Primadonna perché ritengo che producano molte scarpe da spogliarellista, con zeppe veramente indecenti. E non permetto a nessuno di contraddirmi su questo punto, perché 5-6 cm di plateau non sono veramente elementi che fanno di una scarpa un capo di classe e alla moda.
Rovistando tra varie schifezze, ho trovato queste e me ne sono innamorata. Il prezzo era ok e così ora ho un bel paio di scarpine in più. Il colore è neutro, quindi vanno con tutto, sono comode e il piede non tende a scivolare troppo in avanti. 









Nessun commento: