lunedì 29 ottobre 2012

E se risparmiassimo per i regali di Natale?

Sono consapevole che Natale è ancora molto lontano ma non voglio ridurmi a comprare i regali all'ultimo momento vagando per centri commerciali tra orde di famiglie urlanti che come me si accingono a completare gli ultimi acquisti per le feste. 
Credetemi, l'ho già fatto l'anno scorso e non vorrei ripetere l'esperienza.
Tra l'altro la fretta è una cattiva consigliera e spesso si rischia di spendere più di quanto si dovrebbe e/o vorrebbe.
Quest'anno mi porto un po' avanti col lavoro e vi dirò di più: compro on line.
Già l'anno scorso sul sito MONDOGIFT ho preso un orologio molto bello per mia madre spendendo una sciocchezza. Ve lo consiglio vivamente: grandi marche a prezzi bassissimi e spedizioni molto rapide. In un paio di giorni avrete i vostri acquisti a casa libere di visionare tutto con la massima calma, ed eventualmente, di restituire gli articoli se qualcosa non dovesse piacervi.



DETAILS GIOIELLI COLLANA GRACE DONNA LADY FJ0001

Per intenderci questa collana è in vendita a 5 euro.
Vi viene in mente qualche amica a cui piacerebbe riceverla? A me più di una...


BREIL GIOIELLI ORECCHINI DUPLICITY MADREPERLA TJ1025                                BREIL GIOIELLI BRACCIALE DUPLICITY MADREPERLA TJ1027

Orecchini (14 euro) e bracciale Breil (13 euro)


KRIS GIOIELLI BY REBECCA COLLANA CUORE AMORE + SHOPPER

Collana Kris a 3,99 euro. Un'affare incredibile.

Probabilmente tra qualche settimana inizieranno a riassortire lo shop per le festività, state attente, tenete d'occhio il sito e buone spese.



venerdì 26 ottobre 2012

Halloween costumes 2012

Non amo vestirmi a maschera, neanche a Carnevale. Figuratevi quanto posso amare Halloween...
Anche se adoro l'atmosfera un po' dark, guardare i film horror e fare scherzi terrificanti agli amici.
Mi piace molto meno rispondere al citofono a ogni ragazzino in preda all'acne giovanile che vestito come uno zombie cerca di estorcermi caramelle e dolciumi che ogni anno mi dimentico di comprare, così posso essere ricattata al ritornello di "DOLCETTO O SCHERZETTO".
Quest'anno giuro che il primo intenzionato a lanciarmi uova contro il muro di casa finisce sbranato dai cani, o peggio potrei aprire la porta all'improvviso armata di mannaia da cucina e spaventarlo a morte.

Comunque per chi fosse interessato a passare la serata in qualche discoteca  o festa la scelta del costume resta l'argomento focale di tutta la questione.
C'è chi si crea da solo il proprio abito racimolando accessori e abiti frugando nell'armadio di parenti e amici e chi invece preferisce acquistarlo.
Ho fatto un giro in rete e ne ho trovato alcuni veramente fantastici.

La tradizione vorrebbe che ci si mascheri in modo mostruoso e a sfondo più o meno mortuario, tipo streghe, zombie, fantasmi, spose sgozzate, ecc... ma ormai i tempi sono cambiati e ogni tipo di costume è bene accetto, anche se ammetto di essere molto tradizionalista da questo punto di vista.
Basta con i soliti  travestimenti ormai triti e ritriti, scegliete qualcosa di veramente originale.

Costume BLOODY NURSE BETTY
www.tuttocostumi.it



Costume da Mummia Egiziana EGYPTIAN MUMMY
www.tuttocostumi.it

Costume reginetta del ballo studentesco zombie
www.tuttocostumi.it

Costume CLOWN DELL'INFERNO adulto
www.tuttocostumi.it







Costume Pupazzo Saw L'enigmista
www.comicstore.it
Costume Hellraiser Pinheand Halloween
www.comicstore.it

mercoledì 24 ottobre 2012

scarpe in prima fila

Ammetto di essere fortunata ad avere una camera intera come cabina armadio, ma ciò non toglie che sia comunque molto molto disordinata. Fino alla primavera scorsa il problema più grande erano le scarpe sparse in giro: sotto il letto, sotto il cassettone... Ogni volta per formare un paio completo dovevo chiamare i cani da salvataggio fargli annusare la calzatura superstite e aspettare che mi portassero l'altra dopo vario tempo da dedicarsi alla ricerca. 
Ora ho risolto. 
Con soli 20 euro mi sono organizzata la scarpiera dei miei sogni.
Sono andata in un centro commerciale e ho comprato una semplicissima libreria, ma invece dei libri ci ho posizionato le mie bimbe.
Certo, non ci sono state tutte, ma almeno quelle usate più di frequente le avevo sempre sott'occhio.



sabato 20 ottobre 2012

Tradizioni per la sposa...

Secondo la tradizione una sposa il giorno delle nozze dovrebbe indossare:

  • qualcosa di nuovo
  • qualcosa di vecchio
  • qualcosa di prestato
  • qualcosa di blu
  • qualcosa di regalato.
Sembra tanto vero? Ma adempiere alla tradizione non è eccessivamente difficile.

QUALCOSA DI NUOVO
E' la cosa più semplice da ottenere: l'abito, il velo, le scarpe, l'intimo. Quando ci si sposa si comprano una marea di cose, quindi il primo punto si può praticamente saltare a piè pari.

Collezione abiti da sposa Sassari
credits
QUALCOSA DI VECCHIO
A questo punto le cose si complicano un po' perché vecchio per molte di noi vuol dire "passato di moda" o "da buttare", ma attenzione anche una collana antica della nonna, o un paio di orecchini della mamma andranno benissimo. Chiedete alle amiche, rovistate negli armadi o nei portagioie e sicuramente qualcosa da sfruttare per l'occasione lo troverete. Potreste essere anche parecchio fortunate e rispolverare qualche accessorio vintage per l'acconciatura: un nastro, una coroncina o un fiore di stoffa, ma a patto che siano in ottime condizioni.
credits




QUALCOSA DI PRESTATO
Anche qui il gioco è semplicissimo, qualunque delle vostre amiche o parenti sarà lieta di prestarvi qualcosa per il giorno delle nozze a patto di restituirlo nelle stesse condizioni in cui l'avete ricevuto. Torniamo quindi a parlare di gioielli, accessori per l'acconciatura, ma anche le scarpe (che tanto si indossano solo una volta) o il velo. In questo modo potrete anche destinare il denaro risparmiato ad altre spese.

credits
QUALCOSA DI REGALATO
In questa categoria possono rientrare tutti gli oggetti elencati finora. Il vestito, le scarpe, il velo, gli accessori o i gioielli possono esservi regalati, a patto che la persona che li dona ne sia realmente felice e non spenda oltre le proprie possibilità o vi doni qualcosa di cui in futuro potrebbe sentire la mancanza.

credits
QUALCOSA DI BLU
Ho lasciato per ultimo il punto più controverso. Il blu è un colore particolare che non necessariamente rientra nella gamma colori che una sposa sceglie per il proprio abito o i proprio accessori, ma non c'è nessun problema a riguardo, perchè non è assolutamente detto che qualcuno lo debba vedere.
Pensate alla giarrettiera o all'intimo.

 Satin delicato con giarrettiera da sposa bowknot
credits

Per le più estrose poi ci sono magnifici accessori per le acconciature che potrebbero dare un tocco di colore al tutto senza inficiare il risultato.

 lega splendido con pettine di nozze strass / copricapo
credits


venerdì 19 ottobre 2012

Tacco di stile. Belle scarpe su Facebook

Cazzeggiando su Facebook mi sono imbattuta in una pagina che vende scarpe a prezzi a dir poco concorrenziali. Si chiama TaccodiStile e per quanto non conosco le persone che la gestiscano devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa dai prodotti.

Non ho idea dei materiali usati, nè di come vestano, però sono molto carine. E pagare meno di trenta euro per delle scarpe che probabilmente userò una sola stagione mi sembra più che ragionevole.

            

Le decollètè sono tra le mie preferite, un perfetto connubio tra classico e strong, con tutte quelle borchie...
Io un pensierino ce lo faccio, e voi? Cosa ne pensate?





giovedì 18 ottobre 2012

Stella McCartney e l'innovazione che l'accompagna

Nel mondo della moda tutto passa e tutto torna in auge. 
Innovare è diventato molto difficile e pochi ci riescono.
Lei mi stupisce ogni volta e mi spiace solo non potermi permettere i suoi abiti che meritano tutta la stima per una stilista che si è fatta conoscere con grande sacrificio dimostrando solo di non essere l'ombra del papà famoso.
Stella McCartney ha una mente pazzesca, non è mai ripetitiva e riesce sempre a coinvolgere chi ammira le sue creazioni quasi come se fossero dei quadri.
Purtroppo i prezzi sono molto alti, ma curiosare e un po' sognare non costa nulla.


stella





Stella McCartney


mercoledì 17 ottobre 2012

Primadonna autunno-inverno 2012-13

primadonna collection






Ultimamente mi sono affezionata al marchio Primadonna.
Inizialmente sembrava il solito brand di scarpe e accessori low cost dalla qualità scadente che durano da Natale a Santo Stefano, poi, invece dopo il primo acquisto sono rimasta veramente contenta.
Ora sono a dir poco felice di farvi vedere la collezione autunno-inverno perchè con meno di 100 euro ci si può comprare sia le scarpe che la borsa abbinata.
Bellissime e molto morbide le ballerine, stupefacenti le pumps sia nei colori che nelle forme.


primadonna collection




Primadonna collection



Primadonna collection


lunedì 15 ottobre 2012

MANGANO COLLEZIONE autunno inverno 2012/13

Da qualche settimana su varie riviste vedo queste foto. Colpita da un'attacco di curiosità acuta mi fiondo sul sito per scoprire se c'è qualcosa che valga la pena desiderare/comprare/raccontare.
Scopro così che MANGANO è un brand di lunga data, esiste infatti dal 1986, e se è durato tutti questi anni un motivo ci sarà.

Sbircio tra i capi della nuova collezione e mi ritrovo innamorata.
Uno stile glam rock, forte, duro ma allo stesso tempo facile da reinventare con i giusti accessori.

Fa decisamente per me!
Lo shop online è pieno di capi fantastici ma i prezzi non sono esattamente alla portata di tutti, ma guardare non costa nulla, no?



venerdì 5 ottobre 2012

Capsule collection Intimissimi in vera pelle. Umana?



Dopo 50 SFUMATURE DI GRIGIO non potevamo proprio aspettarci nulla di diverso.
Anche se Intimissimi fino a oggi ci aveva abituate a uno stile molto elegante fatto di pizzi e tessuti leggeri.
Ora c'è la pelle, vera! Roba very strong, a un passo dal fetish ma col tocco elegante che caratterizza il brand.
Che poi non ho idea di come sia la pelle addosso, della serie "Farà sudare?", nè da che animale provenga, però è tutto molto invitante. Nel senso che sarebbe divertente farsi trovare in casa così dal proprio uomo, con tanto di tacco a spillo e frustino; quello entra tutto spavaldo convinto di chissà che e invece la casalinga, per niente disperata, lo costringe a pulire, stirare e cucinare a suon di scudisciate.


Sarebbe proprio una bella rivincita.
Ora non so quante donne correranno a comprare dell'intimo del genere e come le modelle delle foto si metteranno a sguazzare in acque fluviali o a giocare nella vecchia rimessa del nonno vestite così , ma l'idea di base tutto sommato non è male.
Purtroppo la mia vena goliardica non è così sviluppata da ispirarmi a un'acquisto così folle, quindi orsù intrepide femmine con la F maiuscola, fatevi avanti e osate.
Io stavolta cedo il passo.




mercoledì 3 ottobre 2012

Scrub&Peel di KIKO per la donna che non deve chiedere mai...tempo!

Ormai andiamo sempre di fretta e la vita è diventata una corsa ad ostacoli verso qualcosa che non sappiamo ben definire. Corriamo la mattina per lavarci, truccarci, piastrarci i capelli e scegliere gli abiti per andare a lavoro, mangiamo cose prese a caso dal frigo e ingoiate quasi senza masticare. La sera poi non ne parliamo, peggio che andar di notte! Una'ulteriore corsa ma stavolta al contrario: di rientro dal lavoro si fa la spesa, si ritirano gli abiti in tintoria, si pagano le bollette, si va in palestra e poi bollite come merluzzi si rientra a casa stanche come se avessimo corso la maratona di New York, che tra l'altro probabilmente è molto più leggera da affrontare.
Scrub & PeelOgni tanto però è bello potersi concedere qualche lusso, e non intendo un bel paio di scarpe o una cena in qualche fantastico ristorantino, parlo invece di un po' di sano relax, del genere: bagno caldo con candele accese e libro da leggere senza nessuno che ti chieda continuamente qualcosa, maschera per il viso da lasciare in posa finchè la pelle non tira tanto da richiedere l'uso di un martello pneumatico e accurata ricerca dei punti neri davanti allo specchio. Il sogno si conclude col proprio compagno/marito/fidanzato che prepara la cena e ci chiama solerte solo quando il tavolo è apparecchiato e il pasto servito sul tavolo.
A dirla tutta per me non è un sogno grazie al fatto che per ora non ho figli, ma un compagno veramente in gamba che mi coccola come può, e che grazie a Dio cucina bene!
Ciò non toglie che questi momenti di autentica felicità siano abbastanza rari a causa della routine giornaliera, per questo pur adorando i piccoli rituali di benessere e bellezza non disdegno gli aiutini esterni.
L'ultima cosa che ho comprato e che mi salvano per mancanza di tempo o pigrizia cronica sono le salviette Scrub&Peel di KIKO.
Mentre aspettavo di pagare i miei acquisti la commessa se n'è uscita con la solita tiritera, della serie "Guardi ci sono questi nuovi prodotti, gradisce provarli?", normalmente rispondo con un secco No e una faccia schifata, ma stavolta non si sa come nè perchè mi sono incuriosita e ho pensato che 5 euro in più o in meno non cambiavano il mio conto in banca (che poi non è così, ma lasciamo stare...).
Torno a casa, mi lavo la faccia e le provo: MITICHE.
L'uso è semplice: ci si lava bene la faccia e poi si passa la salvietta con movimenti circolari prima dal lato ruvido che contiene l'agente esfoliante e dei microrilievi, poi dall'altro lato che rimuove il prodotto lasciando effettivamente la pelle più liscia e morbida.
Si usano ogni 3 giorni circa e questo permette di mantenere la pelle luminosa anche adesso che arriva l'inverno. Come ho detto prima ben venga uno scrub fatto alla vecchia maniera, ma se proprio il tempo scarseggia questo prodotto è una validissima alternativa.

lunedì 1 ottobre 2012

Alternativa al classico eyeliner


Se applicato a dovere l'eyeliner è uno strumento di seduzione micidiale. 
Teoricamente basterebbe solo quello a regalare un'aria misteriosa al viso, ma se guardiamo in giro vediamo che sono poche che lo usano ( a parte forse la cara Angelina qua sopra).
Perchè?
Ovvio, non è per niente facile da applicare e non usciamocene fuori parlando di abitudine, esercizio e prove interminabili davanti allo specchio perchè non è questo il punto cruciale del discorso.
Io quando non ho nulla da fare e provo a mettermelo sono un drago, ma se dopo devo uscire state pur tranquille che sembrerò un panda in astinenza da bambù. E' una delle leggi di Murphy.
Ogni volta che hai fretta le cose vanno male.
L'unico eyeliner che possiedo è stato comprato da KIKO, usato due volte e inesorabilmente riposto nel cassetto dei trucchi dimenticati a tempo indefinito. Ripeto, sono una pippa a stenderlo.
Non paga di ciò ho fatto un ultimo tentativo comprando un eyeliner in pennarello della Essence, ma giusto perchè il prezzo era decisamente accattivante; in questo modo se anche avessi comprato un'autentica schifezza non avrei avuto troppi sensi di colpa.
Prima di provarlo ho tentennato per qualche giorno conscia del pericolo a cui andavo incontro, però alla fine è andato tutto bene.
Si applica come una matita per occhi, e ha due punte differenti: la prima è sottile per permettere di tracciare linee ben definite e sottili, la seconda invece è più spessa. Le ho provate entrambe e mi sono piaciute molto.
Su alcuni blog ho letto che questa penna non dura molto ma visto l'uso che ne faccio e il prezzo a cui l'ho acquistata non mi interessa molto..