mercoledì 26 giugno 2013

Dove comprare i cosmetici

Appena ho iniziato a lavorare mi sono fatta dei bei regali in ambito profumeria. Andavo sempre da Limoni dietro casa, anche per acquistare regali per le amiche e nel giro di 6-7 mesi ho lasciato lì più o meno 400 euro. Non proprio una bazzecola. Durante gli acquisti di Natale chiedo se sulla mia scheda ci siano punti per qualcosa e la commessa con un bel sorriso mi dice che ho diritto a uno sconto di 3 euro. Ma scherziamo? Io compro da voi, vi lascio i miei soldi e voi non siete in grado di farmi uno sconto decente o di darmi un campioncino per prodotti che sarei realmente interessata a provare in previsione di un acquisto futuro? La cosa mi ha irritata non poco, ma ho lasciato perdere nella speranza di poter trovare un posto dove personale competente potesse aiutarmi nel mio shopping. Ebbene quel posto esiste.
Qualche settimana fa mi sono messa in testa di comprare la mia prima crema antietà e il solare per il viso, ma non avevo idea di dove andare. Alla fine mi sono trascinata in centro e ho varcato la soglia della Rinascente. Ovviamente ho fatto un giro di ricognizione per poi chiedere a una commessa di indicarmi i prodotti che secondo lei erano più adatti alla mia pelle. Trenta minuti dopo uscivo dal negozio con la mia bustina stretta in mano, ben felice di essermi affidata a mani esperte.



So che molte persone sono un po' diffidenti perchè convinte che comprare alla Rinascente costi molto, ma non è assolutamente vero. Io ho comprato una confezione Collistar con crema anti-età, primer occhi e siero contorno occhi. Doveva costare 36 euro e io l'ho pagato solo 30. Poi ho acquistato la crema solare sfp 50 e l'olio per i capelli, e in regalo ho avuto anche la borsa per il trentennale della Collistar.
Totale della spesa:  una settantina di euro, una borsa in regalo e una marea di campioncini da provare con calma per fare i prossimi acquisti. La qualità e una valida assistenza non hanno prezzo, e onestamente sarei stata disposta anche a spendere di più per i miei prodotti, ma così è stato proprio il massimo!







martedì 23 aprile 2013

BOUQUET ALTERNATIVI

Bouquet sposa 2013
credits
Il bouquet è l'accessorio più importante per la sposa, sia che questa percorra la navata di una chiesa o salga i gradini del municipio per pronunciare il proprio sì davanti ad amici e parenti. 
Ora che ci penso mi viene in mente che la mia best friend se l'è proprio dimenticata a casa, ricordandosene solo appena prima di entrare in chiesa quando ormai era troppo tardi, e così entrò in chiesa a mani vuote. A memoria d'uomo dubito sia capitato a qualcun'altra!
Comunque, a parte la mia amica smemorata, tutte le donna stanno ben attente a quel mazzo di fiori decorato che comparirà nella maggioranza delle foto prima di finire tra le mani della zitella di turno ben speranzosa di poter trovare un uomo. 
I fiori freschi sono nella top ten delle spose, ma se i bouquet classici non fanno per voi potete tranquillamente optare per qualche idea meno convenzionale in grado di calamitare su di voi gli occhi di tutti. 

Fabric Bridal Bouquet,  Wedding  Fabric Bouquet, Pearls and Lace, Vintage Wedding, Pink Roses
credits
 I materiali più insospettabili si trasformano in mazzolini bellissimi che hanno il vantaggio di durare nel tempo e perchè no? essere passato da madre in figlia in previsione di una nuova tradizione familiare.

Sea Shell Bridal Bouquet Wedding,Tiffany Blue Bridal Brooch Bouquet, Bridal Bouquet
credits


domenica 21 aprile 2013

Yves Rocher, e proviamo sti prodotti

Per mia scelta non compro quasi mai prodotti cosmetici tramite catalogo, di quelli tipo Avon per intenderci. Mi infastidisce non poter sentire la consistenza di una crema o il profumo di un bagnoschiuma, ragion per cui ho sempre evitato. Poi poco tempo fa la mia estetista mi ha parlato dei prodotti Yves Rocher e mi ha spiegato che la crema che mi applica ogni volta che rinnovo lo smalto semipermanente è di quella marca.  
Effettivamente il profumo è buono e la mani restano morbide per molto tempo dopo l'applicazione, così ho ordinato i due prodotti. 
La crema per le mani è morbida e  come dicevo dura a lungo, l'ideale per l'utilizzo quotidiano. 
Il barattolino invece contiene un burro molto cremoso, più adatto ad essere applicato prima di andare a dormire, sia su mani che su piedi, in modo che possa agire senza creare disagio.
Comprandoli tutti e due si spendono si e no 5 euro e il prodotto dura nel tempo perchè ne basta pochissimo per ottenere morbidezza e idratazione a lungo.
Per ora ho fatto un piccolo esperimento comprando questi due prodotti e non escludo di acquistarne altri prossimamente, ma diciamo che è stato un piccolo passo verso la mia conversione all'acquisto di prodotti cosmetici tramite questi vettori che prima disdegnavo per partito preso.

mercoledì 27 marzo 2013

Maschera all'argilla home made

In tempi di crisi bisogna spendere con consapevolezza. Soprattutto se ancora non si ha un lavoro e si deve dipendere dai propri genitori. Ricordo ancora con amarezza i tempi degli studi in cui desideravo comprare delle cose che purtroppo non potevo permettermi. E allora questo post è dedicato a chi non vuole rinunciare alle cure per il corpo senza spendere un capitale.

Parliamo delle maschere per il viso.
In profumeria se ne trovano varie in comode confezioni mono dose per ogni tipo di pelle con prezzi che vanno da 1,20 € in su, a meno che non si usufruisca di offerte e promozioni varie. Ora, a primo impatto un costo così basso ci invita ad acquistare il prodotto senza pensarci troppo su, ma se consideriamo che normalmente l'utilizzo è limitato a due sole applicazioni è semplice capire che tanta convenienza non c'è.

Una delle maschere più acquistate è quella all'argilla, perfetta per depurare la pelle grassa e asciugare i pori dal sebo, minimizzando anche gli inestetismi dati dall'acne. Bè, sappiate che si può preparare in casa in due minuti risparmiando tantissimo. 
Basta andare in erboristeria e comprare l'argilla verde in polvere: un chilogrammo costa circa 6-7 euro e credo sia sufficiente per parecchi mesi, a seconda di quante maschere ci si vuole fare.

Bisogna mescolare 1 cucchiaio circa di argilla con tanta acqua quanta serve per creare un impasto omogeneo  avendo cura di usare un mestolo o un cucchiaio di legno. Poi si applica sul viso e si lascia in posa per 15 - 20 minuti, ovvero fino a che non asciuga creando delle sottili crepe. A questo punto si può sciacquare il viso con acqua tiepida avendo cura di rimuovere bene la maschera.

Ed ecco che con pochi centesimi ci siamo fatte la nostra maschera di bellezza home made.
Facile vero?

martedì 26 marzo 2013

I prossimi acquisti saranno...

Ammetto di essere pazza delle scarpe e degli accessori Primadonna Collection, certo, non è stato amore a prima vista, ma più vado avanti e più sono convinta che abbiano articoli veramente interessanti a prezzi abbastanza convenienti. Certo il top è riuscire ad approfittare dei saldi per comprare qualcosa in più, ma calzando 40 capisco che non sempre si può sperare di trovare il proprio numero durante l'assalto agli sconti.
Durante i saldi invernali mi sono regalata una paio di ballerine, 2 paia di decollété scamosciate, un paio di spuntate scamosciate e delle pumps con tacco a spillo, più una pochette. E mi sono fermata per miracolo perchè niente è più pericoloso di una ragazza con un bancomat durante il periodo dei saldi.
L'altro giorno sono andata in un centro commerciale per comprare le lenti a contatto e non ho resistito a sbirciare dalla vetrina: mamma quanti colori... Tutti quelli dell'arcobaleno e di più.
E le borse, mi piacciono tanto perchè si possono abbinare facilmente alle calzature senza perdere eleganza nè eccentricità, quel mix che rende una scarpa ordinaria più che strordinaria, degna di essere guardata e ammirata da amiche e colleghe.

Ho già scelto qualcosa, ma gradisco i vostri consigli.







lunedì 25 marzo 2013

Beauty Bag Clarins

Un'offerta da acchiappare al volo.
Ho pensato a questo quando ho letto dell'offerta Clarins valida fino al 15 aprile.
Basta andare in profumeria e comprare un prodotto viso, poi aggiungendo 4,96 € si riceve una Beauty Bag contenente 7 campioni di altrettanti prodotti.
Un modo decisamente interessante di provare qualcosa di nuovo che eventualmente si può decidere di acquistare in seguito. L'unico neo è che i prodotti Clarins non sono esattamente economici, ma considerata la qualità uno strappo alla regola si può decisamente fare.

beauty bag


giovedì 21 marzo 2013

SULLA SPONDA DEL FIUME PIEDRA MI SONO SEDUTA E HO PIANTO di Paulo Cohelo

Pilar ha quasi trent'anni e un futuro prestabilito. 
Sta per laurearsi, dopo di che troverà un lavoro e un marito con cui costruire una famiglia. Era fermamente convinta di ciò, almeno fino a quando non riceve un invito per una conferenza a Madrid dal suo vecchio amore del liceo. 
E' tutto strano e nuovo.
Il caro amico ora è famoso e Pilar inizia con lui un viaggio improvvisato alla ricerca del vero, dell'altra faccia di Dio e dell'amore. Una settimana di scoperte, in cui Pilar comprende che Dio ha anche un volto femminile e che forse le certezze che si era costruita intorno non erano la strada giusta per la felicità.
Far silenzio dentro di sè e capire cosa si prova forse sono le azioni giuste per scegliere la strada migliore, anche se si devono abbandonare le sicurezze e i muri che ci si è costruiti intorno per anni.


Un romanzo breve, ma incentrato sull'amore vero e sul suo significato. Paulo Coelho non tradisce le aspettative e anche se questo libro è strato scritto nel 1994 lo trovo ancora molto attuale. 

domenica 3 marzo 2013

Parrucchiere affidabile cercasi

La ricerca del taglio perfetto affligge milioni di donne nel mondo, le quali sconsolate si guardano allo specchio e si domandano se mai troveranno un parrucchiere in grado di accontentarle senza farle uscire dal proprio salone scontente del lavoro appena svolto. Io sono decisamente tra quelle.
Per anni la mia parrucchiera personale è stata mia madre, che non sarà la parrucchiera più infallibile del mondo ma mi ha sempre scalato la chioma in modo carino senza indebolirla o rovinarla. Poi sono andata a vivere col mio fidanzato e da qualche tempo giro intorno a casa mia alla ricerca di qualcuno che riesca a tagliarmi i capelli senza combinare cagate immense.
credit
Un'amica ha iniziato a consigliarmi le parrucchiere da cui era stata ma i risultati sono andati peggiorando in un crescendo di sfighe e doppie punte.
Per non parlare di scortesia e mancanza di puntualità... 
Ora mi ritrovo una chioma più o meno domata, ma l'ultima parrucchiera deve aver sfilato i capelli in modo sbagliato perchè ora ho le punte secche e sfibrate. Non mi resta che un taglio riparatore in che possa mitigare un po' il  torto subito dalla mia zazzera corvina. Se li avessi tenuti lunghi....

sabato 2 marzo 2013

CRUDELE AMORE MIO di Salvatore Garau

Il professor Solinas ha insegnato per tanti anni in una scuola di Oristano, e proprio dopo il suo commiato da colleghi e studenti, mentre si pregusta l'inizio del pensionamento investe una donna. Non poco preoccupato si precipita a farle visita in ospedale, rendendosi presto conto che a parte lui nessun altro è andato a trovare la signora. Stupito da questo fatto si ripromette di andare a trovare la signora Sanna, questo è il suo nome, dopo la dimissione, e durante la prima di queste visite conosce Maria. 
Maria è la figlia della signora Sanna, ha 17 anni e alle spalle dei trascorsi di malattie psichiatriche che tuttora continua a trattare con dei farmaci. E' una ragazza sola, senza amici nè conoscenze che la possano spingere a inoltrarsi nel mondo esterno alla sua camera in cui sta chiusa per la maggior parte della giornata. Il professor Solinas cerca di aiutarla leggendole dei libri e facendole ascoltare della musica, e ben presto le sue visite in casa Sanna diventano un appuntamento quasi quotidiano che lo aiutano a occupare il tempo nella sua prima estate da pensionato. Ma il filo presto si ingarbuglia e la vita di un uomo single, di sessantaquattro anni, che vive col fratello da tanti anni viene presto messa sottosopra da sentimenti finora sconosciuti come la passione, l'amore, la gelosia, la frustrazione... E a un certo punto il passo verso l'irreparabile è breve...

Sarebbe facile dirvi come va a finire la storia, ma credetemi, leggere quelle pagine è decisamente più interessante proprio grazie al fatto che la trama si ingarbuglia e il lettore non può far altro, se non cercare il filo conduttore che lo porterà a scoprire la verità su quello che l'agire del professore.

Questo libro è il primo romanzo di Salvatore Garau  musicista e artista sardo che si è voluto cimentare anche nella scrittura dimostrando un enorme talento.

lunedì 25 febbraio 2013

Diamo i voti: Red carpet Oscar 2013

Un'altra edizione degli Academy Awards si è conclusa, e con un sospiro di sollievo possiamo finalmente ammettere che la cosa che ci interessava di più era il red carpet con i suoi abiti da sogno. Ho guardato moltissime foto e ho notato che anche le super star hanno le rughe e non appaiono fresche come nelle foto photoshoppate delle riviste patinate. 
Ora il gioco e nostro e i voti li diamo noi:


ADELE in JENNY PACKMAN

Anche se rotondetta è sempre bella e ha un viso splendido. Peccato per i capelli cotonati che ormai sfoggia in ogni occasione e per il tema sempre monocromatico. Ma quando la vedremo con qualcosa di più vivace?
VOTO: 7

           

AMANDA SEYFRIED in ALEXANDER MCQUEEN

Pelle diafana e capelli raccolti. E un abito Alexander McQueen che poche mortali potrebbero portare con la sicurezza di essere assolutamente perfette. Peccato non abbia osato appena di più.
VOTO :8
          


AMY ADAMS in OSCAR DE LA RENTA

Per me questo è l'ABITO. Non c'è storia con tutte le altre star, e non lo dico perchè sono una fan scatenata di Amy Adams, ma perchè effettivamente per una serata così importante questo outfit a mio avviso è perfetto. Un bel corpetto brillante e una gonna vaporosa con tantissimi petali di tulle.
Capelli raccolti con qualche ciocca al vento e un bel sorriso completano il tutto.
VOTO: 10





 CATHERINE ZETA-JONES in ZUHAIR MURAD COUTURE

Ma quanto è dimagrita questa donna? Bella per carità, ma ha il viso un attimino tirato e non mi azzardo a dire che si sia fatta di botox o peggio sottoposta a lifting, solo che la trovo esageratamente smagrita. Non sembra neanche lei a momenti.
Abito senz'altro elegante e cangiante, ma per me niente di che.
Anche i capelli li avrei preferiti raccolti.
VOTO: 7



ANNE HATHAWAY in PRADA

Quando ho visto le foto della Hathaway sono rimasta piacevolmente sorpresa dal fatto che quando sorride abbia un bel ventaglio di rughe intorno agli occhi. Non per lei poverina, ma per me, che mi lamento di avere una minuscola ruga di espressione al lato dell'occhio sinistro. Che iniezione per la mia autostima!
Il vestito mi ha lasciata un po' perplessa. Chiaro, dal taglio dritto con uno scollo molto bello sulla schiena e uno spacco che permette all'attrice di camminare senza sembrare una giapponese col kimono. Gioielli sobri e portamento regale, giusto i capelli che ricrescono non le rendono giustizia, li avrei tenuti più corti.
VOTO: 7



CHARLIZE THERON in DIOR HAUTE COUTURE

Non c'è niente da dire qui. Quando una ha classe non si può far nulla, se non provare invidia e cercare di imparare il mistero di tanto fascino.
VOTO: 10




 GIULIANA RANCIC in RAFFAEL CENNAMO

Questa tipa conduce Fashion Police, mica poteva sbagliare?! In realtà credo abbia giocato sulla difensiva optando per un abito strutturato nero lucido con pochette abbinata. Anche qui capelli al vento e quasi senza piega. 
VOTO: 6



HELENA BONHAM CARTER in VIVIENNE WESTWOOD

Attrice sublime e altrettanto sublime nello sbagliare ogni outfit. Lei si impegna, e credetemi, ha tutta la mia simpatia, ma proprio la sua anima da folle deve saltar fuori in ogni occasione importante.
VOTO: 4 ( e sono stata generosa).




HALLE BERRY in ELIE SAAB

Io la guardo e cerco di capire come faccia a star bene con quell'abito assurdo ma proprio non ci riesco. Nero e argento non sono certo il massimo dello stile, ma su di lei donano, sarà per il fisico perfetto che accompagna le righe senza mostrare neanche un minuscolo rotolino? Boh!
VOTO: 7


JANE FONDA in VERSACE
Finalmente un colore squillante e che si nota da lontano, peccato faccia troppo anni '80, per non parlare di quella scarpetta color carne che spunta dall'orlo... Lasciamo perdere.
VOTO: 5



 JENNIFER ANISTON in VALENTINO

Qualche volta la semplicità paga, e il rosso Valentino è sempre una certezza assoluta. Con un colore così non servono tagli complicati o applicazioni assurde, ma solo tanta fiducia in se stesse e Jennifer ce l'ha.
VOTO:10


JENNIFER HUDSON in ROBERTO CAVALLI

Sarò io che non capisco? I vestiti di Cavalli sono come un sogno, ma questo sembra uscito da AVATAR. Sarebbe stato meglio usarlo a Carnevale per fare la coda del vestito da sirena.
VOTO:3




KELLY ROWLAND in DONNA KARAN ATELIER

Se evito di guardarle i capelli, che biondi sarebbero identici a quelli di Ivana Trump, vedo un abito molto bello e di gran classe valorizzato da un corpo muscoloso e ben tornito. Le scarpe però!!!! Orrore!!! Ma non aveva proprio di meglio nell'armadio? E vabbè, apprezziamo lo sforzo...
VOTO: 6 



JESSICA CHASTAIN in ARMANI PRIVE'

Non vedevo l'ora di commentare questo outfit perchè secondo me è uno dei più belli ad aver sfilato sul red carpet ieri sera. Color carne con un corpetto dallo scollo a cuore e sovrapposto un tessuto a rete argentato decorato di paillette dello stesso colore. Il risutato è sicuramente di gran classe e infatti anche i capelli sciolti si abbinano perfettamente alla mise permettendo a un tocco di rossetto e un po' di eyeliner nero di completare il tutto.
VOTO: 9



KERRY WASHINGTON in MIU MIU

Oddio! Ma questa si sarà guardata allo specchio prima di uscire di casa? Non voglio neanche commentare la chioma informe con riga in mezzo perchè mi fa abbastanza orrore, ma il vestito...
Uno straccio insulso, senza infamia e senza lode, poverina poteva passare inosservata se non avesse peggiorato il danno con pochette e scarpe rosse che stonano in maniera tremenda. Stendiamo un velo pietoso...
VOTO: 2


KRISTEN STEWART in REEM ACRA

Forse è la mia impressione, ma questa ragazza sembra rimasta intrappolata nel ruolo della vampira che non beve sangue da troppo tempo. Ha quella faccia sempre un po' scarna e affamata che quasi quasi vien voglia di darle 5 euro per mandarla a mangiare un panino.Anche l'abito, che brutto non è, resta senza valore. Probabilmente era più bello appeso alla gruccia prima che se lo infilasse la Stewart.
VOTO: 5





 OCTAVIA SPENCER in TADASHI SHOJI

Attrice bruttarella ma che ha saputo giocare discretamente le sue carte. Corpetto decorato con cristalli, tulle per la gonna e la parte superiore. Elegante e discreto, ma almeno non completamente sbagliato.
Carina la pochette ton sur ton.
VOTO:5



NICOLE KIDMAN in L'WREN SCOTT

Per carità, bella e bella, ma quel vestito mi ferisce gli occhi. Un tripudio di paillette che riflettono la luce dei flash accecando i fotografi che sono dovuti correre al pronto soccorso per problemi alla retina. Credetemi, non ho parole per definirlo, quindi lascio perdere...
VOTO:4




OLIVIA MUNN in MARCHESA

Con un corpo così avrebbe potuto anche indossare un sacco di juta, ma l'abito di Marchesa è veramente bello su Olivia Munn. Il disegno sul corpetto è a dir poco regale e la gonna si avvolge intorno al corpo in un gioco di volumi incantevole da guardare.I capelli raccolti scoprono degli orecchini molto raffinati, e per aggiungere un tocco è bastato un semplice bracciale di diamanti.
VOTO:8




RENE' ZELLWEGER in CAROLINA HERRERA

Sì, lo sappiamo che ama fare sport e che possiede un corpo tonico e scolpito, ma questo vestito dorato aderentissimo è proprio brutto. Anche una schiena così bella è penalizzata dalle chiusure con fibbie nere che fanno sembrare la nostra eterna Bridget Jones un cotechino pronto per il Capodanno.
VOTO:4




NAOMI WATTS in ARMANI PRIVE'

Un unico, immenso, bagliore. Non ci sono altre parole per descrivere Naomi Watts. Potrebbe essere esagerato, invece tutte queste paillettes le donano, dandole al viso una luce straordinaria. Fa un po' StarTreck, ma il taglio è all'avanguardia e lei è pronta per l'arrivo degli alieni.
VOTO: 7





REESE WITHERSPOON in LOUIS VUITTON

Il blu elettrico è sempre un bel colore, ma col nero non è il massimo. 
Il taglio a sirena con strascico è molto bello, ma quelle bande di tessuto nero lungo il busto le fanno un culone assurdo sbilanciando le proporzioni di un busto snello e con poco seno.
VOTO:6




SALMA HAYEK in ALEXANDER MCQUEEN

Toh, un'altra che ha perso 6 o 7 chili prima degli Oscar. Viso affilato e capelli raccolti in alto per lasciar vedere in tutto il suo splendore un abito in velluto nero con chiusura sul collo e parte anteriore completamente decorata con maglie metalliche dorate abbinate alla pochette. Non sarà il massimo, ma non fa' neanche schifo.
VOTO: 6




JENNIFER LAWRENCE in DIOR

Potrebbe essere un abito da sposa con quel corpetto dalla linea asciutta e la gonna che sotto i fianchi si allarga per dar spazio a uno strascico che molte di noi sognerebbero di portare nel giorno più bello della propria vita. E' veramente bellissimo, e alla Lawrence manca solo il velo sullo chignon morbido per andare all'altare, ma non dimentichiamo della caduta memorabile che ha fatto nel salire i gradini del palco per andare a ritirare il premio. Per la serie: se vuoi indossarlo assicurati di riuscire a camminarci.
VOTO:9





SANDRA BULLOCK in ELIE SAAB

Capelli piastrati freschi di parrucchiera e un trucco deciso ma non appariscente che mette in risalto il viso. L'abito parla da solo, mi spiace solo che la sottoveste si fermi al ginocchio mostrando le gambe: io avrei preferito seguisse fino in fondo la linea della parte superiore in tulle decorata con cristalli.
Ciò nonostante Sandra si riconferma tra le titolari del red carpet, quelle che difficilmente sbagliano un outfit.
VOTO: 8




KELLY OSBOURNE in TONY WARD

Anche Kelly Osbourne è bruttarella e per minimizzare il mascellone ormai da qualche tempo punta tutto su capelli violetto, tipo fatina Disney. E dire che ha un vestito veramente bello, se solo non avesse quella testa... Non possiamo essere tutte come Kety Perry, dovrebbe ricordarlo.
VOTO:5





MARIA MENOUNOS in ROMONA KEVEZA

Quando si dice la convinzione delle proprie idee. Poteva sembrare una matta con tutto quel rosa addosso, invece le è bastato non esagerare aggiungendo solo pochi accessori superbrillanti per rendere attuale lo stile Barbie. Anche i capelli cotonati non sono spiacevoli e compensano il movimento che manca all'abito.
VOTO:6





SALLIE FIELDS in VALENTINO

L'età matura le ha insegnato tutto in fatto di classe e infatti il vestito rosso Valentino non l'ha delusa. Anzi. Le ha fatto guadagnare molti punti coprendo braccia e scollatura magari non più molto toniche per creare un bellissimo gioco di balze sulla gonna con strascico che ne ha fatto una delle signore meglio vestite della serata. Questa mi sembra una che ha capito tutto della vita.
VOTO:8